Un gentiluomo fuori dal campo.

Che sia una cosa classica o moderna, è sempre una cosa nobile comportarsi come un vero e proprio distinto gentiluomo fuori dal campo. Quando una donna entra in una stanza, per lei è il segnale che è importante per voi se vi alzate in piedi riconoscendo la sua presenza con cordialità. La stessa cosa è vera anche se lasciate insieme la stanza. Invece di camminare cinque passi avanti a lei senza curarsi di lei, camminate con classe accanto a lei intenzionalmente dicendo un semplice “Prego, dopo di lei,” mentre tenete aperta la porta. E’ un gesto di cortesia anche girare intorno alla vostra auto per aprire la portiera a vostra madre, alla sorella, alla donna cui avete dato un appuntamento o alla moglie che sia.



I dogmi di base della cavalleria sono rappresentati dall’essere cortesi, agire in modo distinto, essere magnanimi. Le azioni summenzionate sono ideate per mostrare riverenza ed una certa affinità col sesso debole. Lei apprezzerà sempre essere tenuta in alta considerazione da parte dell’uomo che le sta accanto. Dunque è con questo nella mente che diciamo che un vero e proprio gentiluomo è colui che compie sempre uno sforzo in più.


Lo stesso vale per gli affetti. Per l’attenzione durante una conversazione. La maniera delicata con cui scuote i capelli. Un bacio dolce sulle guance. Una mano robusta sulla parte inferiore della sua schiena. Nessuna dimostrazione di genuina preoccupazione e tenerezza, non importa quanto piccola, passa inosservata o non viene apprezzata da una signora. Questi sono dei piccoli fili che si intessono in un tessuto che viene ritenuto prezioso in eterno. Un gentiluomo non perde mai di vista come amare ed apprezzare le cose più morbide che esistono nella vita che la rendono bella e per cui vale la pena viverla e lavorare così duramente.


Gli atteggiamenti che circondano la cavalleria si sono evoluti nella società col flusso e riflusso delle credenze popolari. E’ grazie ad un acuto apprezzamento della tradizione che vediamo alcuni atteggiamenti e li consideriamo delle mode (come il pronto moda), e che sono vicino a quei valori profondi che di continuo forniscono i dividendi nella vita: la gentilezza, il rispetto,l’onore, la gratitudine, la grazia, l’umilità. Un vero gentiluomo mantiene i suoi valori di base al centro di tutti i suoi rapporti ed affari personali e professionali. Ed anche se apprezza le cose più belle che il mondo può offrire, egli conserva una certa grazia ed umilità. Tali qualità si traducono in un certo non so che, che è evidente a tutti coloro che lo incontrano.


Noi riteniamo che queste regole si applichino a tutta la società nel suo insieme. Non stiamo parlando della parte “alta” della società o di rapportarsi a qualsiasi sistema di classi. Il punto è rappresentato dal fatto che nella nostra società presa nel suo insieme, ad ogni livello, il rispetto ed essere gentili sono essenziali oggi come secoli fa. E’ questo che divide noi umani da tutte le altre creature viventi.



Può sembrare una cosa elementare. Per favore. Grazie. Prego. Come sta? Buongiorno. Comunque, quando qualcuno vi riconosce e tratta con un rispetto apparente, ve ne rendete subito conto. Stabilite un contatto con gli occhi. Prendete atto di quell’individuo. Lo rispettate. Queste sono piccolezze che hanno comunque un impatto che si possono fare per trattare gli altri in un modo che ci elevi tutti.


E’ sempre esistita una battaglia interna tra fare ciò che è semplice o popolare in quel momento rispetto a ciò che potrebbe richiedere più tempo, pensieri e sforzi, ma si tratta della scelta migliore possibile. Ogni giorno abbiamo l’opportunità non solo di comportarci da gentiluomini, ma di diventare leggendari. Dopo tutto è solo quando si opera ad alti livelli che si diventa davvero un numero 10.


Unitevi a voi.


Diventate un TENLEGEND.

lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati