Wembley: La casa del calcio.

Ci sono moltissimi stadi incredibili nel mondo del calcio, ma ce n’è solo uno che è considerato la casa del calcio. Uno stadio che è vicino e caro al cuore di molti e che lo stesso Pelè ha chiamato La Cattedrale del Calcio: Wembley. Spesso viene anche definito la Mecca del Calcio dai fans, le sue iconiche torri gemelli sono all’entrata dove forse si trova la sua caratteristica più riconoscibile.

Dal colonnato in stile colosseo Romano alIe sue arcate Gotiche, fino al salone per le feste in stile Art Deco, lo stadio originale aveva un’aspetto quasi regale. Destinato ad essere sia un orgoglioso monumento che una pratica arena, nessun dettaglio è stato tralasciato per la sua completa gloria decorativa. Con la sua dimora nel cuore della storia del calcio a Londra, Inghilterra, lo stadio originale venne progettato per essere completato in tempo per ospitare la Mostra Britannica del 1924-1925. Comunque, il progetto arrivò alla sua conclusione prima col risultato di ospitare la Finale della Coppa di Lega del 1923 solo quattro giorni dopo che la sua construzione fu terminata.

Si è stimato che quasi 300,000 appassionati si precipitarono ad assistere alla Finale della Coppa di Lega del 1923 senza biglietto tra il Bolton Wanderers ed il West Ham United, anche se lo stadio era stato progettato solo per una capacità di 127,000. E di conseguenza gli appassionati di tutto il mondo cominciarono ad avere la febbre per avere la possibilità di guardare quello splendido gioco in questa luogo altamente venerato.

Sono parecchi gli stadi dotati di un’alone internazionale, ma solo due in grado di possedere la stessa mistica di essere quello più riconoscibile di sempre: il Maracanà e Wembley. Iconico come lo stesso sport, Wembley propone una delle esperienze visive più incredibili per tutti gli appassionati di calcio in tutto il mondo—un luogo davvero speciale per le partite Inglesi ed in particolare per la Finale della Coppa di Lega. Ricostruito nel 2007, innegabilmente lo Stadio di Wembley ha adesso un aspetto ed un’atmosfera diversi.

Alcuni arrivano perfino a sostenere che quell’essenza che c’era sul campo di gioco è stata persa per sempre, non lasciando per ultimo il fatto dell’abbattimento delle torri a seguito di una revisione del progetto.

Anche se potrebbe esserci un pò di verità sul fatto che un pò della magia è scomparsa, mentre la cultura aziendale ha preso il sopravvento ed il calcio è diventato più un evento di intrattenimento che non una pura gara sportiva, i ricordi e l’affetto per lo Stadio di Wembley resteranno per sempre vivi.

Wembley è stata la casa della Finale della Coppa di Lega per quasi un secolo ed in questi quasi 100 anni, degli appassionati da tutte le parti del mondo sono stati deliziati con alcuni degli incontri più spettacolari del calcio Inglese. Prima che il calcio fosse filmato a colori, il gioco era dominato dalla presenza di grandi giocatori come Stanley Matthews.

La Finale del 1953 è stata verosimilmente la più grande manifestazione, arrivando al punto in cui quella partita oggi viene conosciuta come la “Finale di Matthews.” Si trattò di una gara che rappresenta l’esempio perfetto del “non perdersi mai d’animo.” Col Bolton avanti 3-1 che stava dirigendosi verso il tripudio, il futuro Sir Stanley si tirò su le maniche e fu determinante nell’aiutare la propria squadra a raggiungere un’incredible vittoria in rimonta.

Si tratta di una terra consacrata che ha visto giocare alcune delle partite più importanti nella storia del calcio. Nessuna più memorabile della Finale della Coppa del Mondo della FIFA del 1966 con l’Inghilterra che sconfisse la Germania Ovest per quattro a due. Fu allora che la nazionale dei Tre Leoni raggiunse la supremazia mondiale per la prima ed ultima volta finora.

Wembley ha servito come casa del calcio Inglese ospitando alcune delle Finali più memorabil, anche per molte squadre Europee che hanno potuto mettere in mostra i propri giocatori leggendari, come Lionel Messi, Xavi e Andres Iniesta nel 2011. Per molti questa squadra Catalana è stata la più grande squadra di sempre mai messa insieme. Grazie all’allenatore Pep Guardiola a sopravvisionare il loro rendimento, loro sarebbero arrivati a giustificare questa affermazione battendo il Manchester United nella finale della Champions League. Partite di questa statura sia per le squadre che per i paesi sono scorci sfuggenti nella storia illustre di Wembley. Possiamo ricordare vivamente di aver assistito alla Finale di Coppa di Lega in uno di quei Sabati pomeriggio di primavera a Wembley, con una marea di appassionati di calcio divisa esattamente in due che indossavano i colori delle due contendenti.

Questa è stata (per coloro tra noi che non sono Inglesi) la nostra introduzione al calcio Inglese, all’arte del ritmo, della passione per il gioco e della forza dei giocatori. Non esiste niente del genere. Wembley ha visto i migliori al mondo calpestare il suo manto erboso.

Che abbiate 8 od 80 anni, che viviate a Londra, a Milano, a New York, Parigi o Rio, se siete appassionati di calcio apprezzerete in pieno l’importanza di questo eccellente impianto nella storia del calcio. Unitevi alla nostra conversazione.

Qual è lo stadio che preferite?


Diventate una TENLEGEND.

lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati